Privacy Policy

In House and Living, Life Style

Tabella per le spese mensili scaricabile per tenere d’occhio quanto denaro si spende

come fare a risparmiare

A Marzo ho condiviso con voi la mia lista della spesa pre impostata, utile a non dimenticare nulla, ma anche ad evitare di comprare prodotti inutili. Stavolta voglio condividere un altro documento, a mio avviso utilissimo, che aiuta a risparmiare. Si tratta di una tabella, suddivisa in diverse categorie, per tenere traccia di tutte le spese mensili. Appuntare ogni singola uscita, infatti, aiuta a rendersi conto di quanto denaro si sta spendendo, facendoci capire se stiamo esagerando con gli acquisti o se, al contrario, possiamo permetterci qualche capriccio in più.

Le macro categorie

Per comodità è suddivisa in sei macro categorie, ognuna con tre voci: giorno, cifra spesa, e il motivo della spesa (o semplicemente il nome del luogo in cui avete fatto l’acquisto se preferite).

  • Spesa Alimentare: include non solo quella fatta al supermercato, ma anche al panificio, in pasticceria, in pescheria, in macelleria e così via.
  • Spese per la casa: include le bollette, gli abbonamenti alla linea telefonica o a internet, servizi per le pulizie, ma anche gli acquisti di mobili o complementi d’arredo.
  • Auto e benzina: non solo il costo del rifornimento, ma anche i tagliandi, le revisioni, l’assicurazione ed eventuali riparazioni.
  • Uscite ed extra: questa è la categoria più miscellanea. Include le uscite a cena fuori, lo shopping, i regali, i viaggi. Tutto ciò, insomma, che non è di prima necessità.
  • Spese mediche: esami a pagamento, medicine, integratori e così via. Per quanto si possa desiderare lasciare in bianco questa parte, ogni tanto è inevitabile riempirla.
  • Spese per i figli: personalmente preferisco inserirle in una categoria a parte che includa pannolini, latte, pappe e abitini per i neonati, ma anche materiale scolastico, abiti, giochi o altre cose utili a bambini fino a 11/12 anni.

Alla fine c’è poi il conteggio mensile, in cui inserire il totale di ogni categoria per far poi un calcolo complessivo di tutte le spese. Ovviamente ogni singola spesa va registrata per avere un quadro esatto delle spese, o sarebbe troppo forfettario. Se non ricordate l’importo preciso con i centesimi, invece, è meglio approssimare leggermente in eccesso.

Vi consiglio, in fine, di raccogliere tutti i fogli con le vostre spese mensili in una carpetta o un raccoglitore ad anelli, per avere sempre sotto mano queste informazioni qualora vi fossero utili.

Share Tweet Pin It +1

You may also like

matrimonio low cost

Sì lo voglio…ed è su Top Wedding

Posted on 30 Luglio 2015

Previous PostFermagli, cerchietti, fascette e scrunchies: è l'anno degli accessori per capelli
Next PostRimedi veloci e naturali per occhiaie e borse

No Comments

Leave a Reply