In Beauty, Make Up

Pulizia pennelli: come e quando farla

cleaning make-up brushes

Ricordate i tempi prima dell’avvento di youtube? Fondontinta applicato con le mani, ombretti spataccati a chiazze con gli applicatori minuscoli di spungnetta, il fard messo con il pennello ispido della confezione…Ebbene sì, abbiamo passato anche quello. Ormai quasi tutte le donne, persino le meno appassionate, possiedono dei pennelli da trucco. Sono un aiuto innegabile nella nostra beauty routine, fanno risparmiare tempo e permettono di ottenere risultati soddisfacenti. Ma ve ne prendete cura nel modo giusto? La pulizia e la cura delle setole è fondamentale, vediamo insieme come farla.

Perché lavare i pennelli?

La risposta più ovvia è “per una questione di igiene“. “E grazie tante” direte voi. Beh, non è poi così scontato. Si potrebbe pensare che, essendo utilizzati unicamente sul viso, i pennelli tendano a sporcarsi poco. Nulla di più errato. Oltre a sporcarsi di trucco, raccolgono anche polvere, sebo e inquinamento. Non è, quindi, una questione legata solo alla possibilità che i colori sulle setole si mischino.

Come lavarli?

Il metodo che preferisco e che, a mio avviso, funziona meglio è il lavaggio con un sapone delicato. Non sono necessarie grandi spese, in questo caso, una qualsiasi saponetta andrà bene. Personalmente trovo ottime quelle de I Provenzali, sono delicatissime e profumano divinamente.

Basta strofinare delicatamente il pennello sulla saponetta con acqua tiepida. Per i pennelli da polveri basta anche una sola passata, seguita dal risciacquo sempre con acqua tiepida. Discorso diverso per i pennelli da prodotti in crema, specialmente per quelli da fondotinta, per i quali sono necessarie due/tre passate. Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche per le spugnette come la beauty blender.

Un’altro metodo, sicuramente più pratico e veloce, prevede l’utilizzo dell’alcol. In particolare di quello al 95%, con il quale è possibile disinfettare a fondo i pennelli. Basta versarne un po’ in un bicchiere di plastica e intingervi i pennelli qualche volta. Noterete subito che le polveri o le creme, attaccate alle setole, si dissolvono nel liquido. Per aiutarvi potreste strofinare i pennelli su un brushegg, un piccolo utensile di silicone economico e pratico.

L’ultimo metodo che vorrei consigliarvi, invece, prevede l’utilizzo di uno spray specifico. Ritengo, però, che sarebbe meglio utilizzare questa tipologia di prodotto per una pulizia al volo, solo in caso in cui vi serva pulire un pennello mentre siete di fretta, o in viaggio. Sapone e alcool non si battono.

Quanto spesso lavare i pennelli?

Dipende dal tipo di setole: quelle sintetiche, rispetto a quelle naturali, vanno lavate più spesso. In linea di massima almeno una volta a settimana è sufficiente, se non vi truccate proprio tutti i giorni e i pennelli non sono esposti alla polvere. Questa abitudine è da intensificare se, ad esempio, vi truccate ogni giorno o tenete i pennelli esposti su una superficie in bagno.

Per motivarvi pensate a quanto ringrazierà la vostra pelle, meno batteri o sebo e, soprattutto, un risultato migliore nella realizzazione del make-up.

Share Tweet Pin It +1

You may also like

film di halloween per ragazzi

10 film da vedere ad Halloween

Posted on 29 ottobre 2015

SammyDress, tutte le info

Posted on 15 gennaio 2014

Review: Detergente All’Acqua di Rose

Posted on 19 giugno 2014

Previous PostBorse che passione! Ecco quali saranno i trend per questo autunno-inverno

No Comments

Leave a Reply