Privacy Policy

In Beauty, Hair care, Make Up, Maschere viso, Reviews, Skin Care

Olio di ricino

cosmetici naturali

Sono lontani ormai i tempi in cui questo olio era utilizzato per torturare gli oppositori durante il fascismo, anche se ancora quando chiedi di acquistarlo in farmacia, qualche farmacista ti guarda in modo alquanto dubbioso.

Infatti per chi non lo sapesse, l’olio di ricino era una delle “armi” punitive preferite dai fascisti durante lo squadrismo per la sua azione lassativa estremamente drastica.
Chiusa questa agghiacciante parentesi storica, veniamo agli usi attuali che sono decisamente più salutari.
L’olio estratto dalla pianta del Ricinus communis è utilizzato ormai da un pò di tempo in cosmesi. La pianta ha infatti delle proprietà ammorbidenti considerevoli ed è spesso consigliata per la cura dei capelli spenti e sfibrati poiché è in grado di riequilibrare la quantità necessaria di grasso nei capelli.
Non so dirvi se effettivamente funzioni bene sulla cute, perché utilizzare un prodotto così denso e corposo in testa mi spaventa un pò, ma posso assicurarvi che è davvero una manna dal cielo per le ciglia.
Basta applicarne pochissimo con uno scovolino da mascara(ben disinfettato ovviamente), un cottonfiock o semplicemente con le dita, sulle ciglia prima di andare a dormine tutte le sere. Dopo un paio di settimane noterete che le ciglia sono decisamente più resistenti e lucide. Inoltre è un ottimo struccante per gli occhi se miscelato ad un pò di acqua di rose, riesce a struccare via con facilità anche l’eyeliner più resistente. Ovviamente va risciacquato accuratamente con abbondante acqua se decidete di utilizzarlo in questo modo o potrebbe lasciare il viso unto e non perfettamente pulito.
Share Tweet Pin It +1

You may also like

mascara sensational

Happy Anniversary Maybelline!

Posted on 21 Ottobre 2015

Yes, I’m snob!

Posted on 3 Maggio 2011

Acqua distillata alle rose

Posted on 30 Aprile 2011

Previous PostStick labbra a confronto
Next PostEssence Nail polish remover

No Comments

Leave a Reply