Privacy Policy

In Life Style, Mum Life

Lista nascita: dove farla e cosa inserire

Regali neonato

Fino a qualche anno fa le uniche liste a cui eravamo abituati erano le liste nozze. Per la precisione erano liste di regali fatte in gioielleria, che comprendevano solo servizi di piatti e bicchieri o costosi soprammobili. Oggi, invece, è diventata consuetudine fare liste non soltanto per i matrimoni, ma anche per lauree, compleanni, battesimi e altre ricorrenze, tra le quali appunto le nascite. Sono utili o no? Alcuni non le approvano, pensando che sia scortese quasi “scegliere” che regali si vorrebbe ricevere, altri invece le preferiscono proprio per non doversi scervellare nella scelta dell’oggetto perfetto. Personalmente le trovo utili, evitano di girare in lungo e in largo chiedendosi se la persona interessata potrebbe già avere o apprezzare un determinato regalo.

Cosa inserire nella lista nascita?

L’unica regola che si dovrebbe seguire è quella di scegliere oggetti di vari importi, in modo che ci sia qualcosa da acquistare sia per chi vuole fare un pensierino, sia per chi desidera fare un regalo più consistente. Altra opzione da non trascurare è quella delle “gift card”, ovvero la possibilità di lasciare una quota che il destinatario potrà utilizzare liberamente.

Alcuni degli oggetti da inserire potrebbero essere i seguenti:

  • fasciatoio/vaschetta per il bagnetto
  • culla da campeggio
  • baby monitor
  • altalena automatica
  • scalda biberon e pappa
  • termos per biberon e pappa
  • bilancia
  • set pappa
  • Marsupio
  • carillon
  • girello
  • seggiolino auto
  • giochini vari
  • palestrina
  • carillon
  • set di lenzuolini
  • set di prodotti per il bagnetto
  • creme o acqua profumata

Dove fare la lista nascita?

Le catene di negozi per bambini più famose, ad esempio Chicco e Prental, offrono questo servizio, così come anche molti negozi indipendenti. L’importante è assicurarsi di due cose. Primo: sarebbe opportuno essere avvisati ogni volta che qualcuno acquista un dono dalla lista, in modo da poterlo ringraziare in tempi brevi. Secondo: che non ci sia obbligo d’acquisto da parte vostra per gli oggetti che non vengono comprati entro la chiusura della lista.

 

 

Share Tweet Pin It +1

You may also like

Previous PostLa prima volta con i prodotti Artdeco
Next Post4 rimedi contro i capelli danneggiati

No Comments

Leave a Reply