Privacy Policy

In Food, Health, Life Style

Buddha bowls: quando la moda alimentare arriva dai social. Cosa sono e come si preparano?

ricette facili e sane

Qualcuno potrebbe benissimo scrivere un libro dal titolo “il cibo ai tempi di Pinterest e Instagram“, anzi forse qualcuno lo sta già scrivendo. Sì, i social network ci influenzano anche nelle nostre abitudini alimentari, mettendoci sotto gli occhi piatti colorati e altamente fotogenici. Ma sono anche buoni? Beh, non tutti. Ricordo ancora che delusione i cupcakes americani con la loro stucchevole crema al burro: carinissimi da fotografare, nauseanti da mangiare. Fortunatamente è un discorso che non vale per tutti i piatti.

Cosa sono i Buddha Bowls e perché si chiamano così?

Per l’appunto ce n’é uno, scoperto grazie a Pinterest, che si presta un po’ ai gusti di tutti, proprio perché non è mai uguale. Si tratta dei “Buddha Bowls“, noti anche come “Hippie Bowls” o “Power Bowls” ovvero delle scodelle piene di sei o sette ingredienti diversi tra loro, bilanciati e sani ma, allo stesso tempo, appetitosi e piacevoli alla vista. A quanto pare il nome è legato ad un’antica usanza dei monaci buddisti che, stando ai racconti, erano soliti andare di casa in casa, con una ciotola in mano, a chiedere delle offerte di cibo in cambio di benedizioni e preghiere.

Come prepararli?

In realtà sono piatti estremamente semplici. Si parte sempre da una base di verdure, aggiungendo a piacimento altri sei ingredienti. La flessibilità di queste ricette le rende perfette per tutti, vegani e vegetariani compresi, basta scegliere i componenti adatti alla propria dieta. Vediamo insieme le categorie, da mixare a piacimento per sperimentare tutte le varianti possibili.

Base

  • lattuga
  • rucola
  • cavolo verza
  • spinacino
  • radicchio
  • iceberg
  • songino
  • crescione
  • bietole

Proteine

  • uova
  • quinoa
  • pollo
  • salmone
  • tofu
  • lenticchie
  • ceci

Verdure

  • broccoli
  • cavolfiore
  • zucchine
  • funghi
  • carote
  • cetriolo
  • pomodori
  • peperoni

Carboidrati

  • patate (classiche o dolci)
  • mais
  • riso integrale
  • grano
  • farro
  • orzo
  • piselli

Dolcezza

  • mango
  • fragole
  • mirtilli
  • lamponi
  • mela
  • pera
  • bacche di goji
  • anguria a dadini
  • ananas grigliata a dadini

Croccantezza

  • semini di sesamo
  • semi di zucca
  • semi di chia
  • noci
  • mandorle
  • nocciole

Extra

  • avocado
  • hummus
  • feta
  • tahini
  • fiocchi di latte
  • cipollotto fresco
  • cipolla rossa
  • olio extravergine d’oliva
  • succo di limone
  • salsa agrodolce
  • senape

Ovviamente potete anche scegliere due ingredienti da una categoria e nessuno da un’altra, non ci sono regole ferree. In ogni caso si tratta di piatti veramente veloci da realizzare, pratici da portare in un contenitore a lavoro o all’università.


Share Tweet Pin It +1

You may also like

christmas food

Christmas cookies

Posted on 22 Dicembre 2014

Previous PostGlitter e paillettes per l'ultima notte dell'anno!
Next PostFillerina Grado 4 plus occhi e palpebre

No Comments

Leave a Reply