Privacy Policy

In Beauty, Health, Life Style, Skin Care

15 modi per utilizzare l’olio di cocco

coconut oil use

Ve lo avevo promesso in QUESTO POST  e, finalmente, eccolo qui. Dopotutto un approfondimento su un prodotto naturale e a buon mercato come l’olio di cocco può interessare a molti. Che lo abbiate già utilizzato o meno, alcuni di questi modi per impiegarlo potrebbero esservi sconosciuti o, magari, potreste averli sottovalutati.

Cosa contiene?

Prima di illustrarvi i suoi utilizzi, mi sembra doveroso fare una premessa. Le sostanze contenute nell’olio di cocco, infatti, sono già da sole un ottimo biglietto da visita per invogliarvi ad utilizzarlo. Si tratta di tre acidi: acido caprico, acido caprilico e acido laurico. Il primo è un potente antimicrobico, il secondo è un antifungino, e il terzo un antibatterico. Insomma, tre alleati utilissimi nella vita di tutti i giorni.

Gli usi che voglio illustrarvi sono praticamente tutti cosmetici. L’uso di questo ingrediente nell’alimentazione, infatti, è ancora oggetto di discussione tra gli esperti. Alcuni lo sconsigliano a causa della presenza di grassi saturi, altri sostengono invece che siano comunque dei grassi non nocivi, capaci di combattere persino il colesterolo. Tanto è vero che, in molte diete vegetariane o vegane, è un ingrediente onnipresente che sostituisce i grassi di origine animale. In alcune diete, addirittura, viene assunto in piccolissime dosi prima dei pasti. Pare che i chetoni presenti aiutino a smorzare il senso di fame, mentre i trigliceridi aumentino la velocità del metabolismo.

Un alleato anti…

  • Anti-crespo: un meraviglioso impacco per combattere secchezza, doppie punte e capelli crespi. Inoltre protegge i capelli dai raggi UV, è l’ideale in spiaggia.
  • Anti-herpes: un anti virale da applicare sulle labbra se non si vuole ricorrere a dei farmaci specifici.
  • Anti- arrossamento: riduce gonfiore e arrossamento dovuti a varie cause. Si utilizza persino sui neonati per gli arrossamenti da pannolino.
  • Anti-forfora: unito all’olio di rosmarino o a quello di tea tree forma un impacco naturale per combattere la secchezza del cuoio capelluto e, di conseguenza, anche la formazione della forfora.
  • Anti-acne: essendo un anti-batterico naturale è un vero alleato contro i brufoli, sia perché ne combatte il gonfiore, sia perché aiuta ad uccidere i batteri che li causano.
  • Anti-smagliature: rende la pelle molto elastica e, essendo naturale, può essere utilizzato in gravidanza su tutto il corpo, comprese pancia e cosce.
  • Anti-rughe: grazie alle vitamine A ed E combatte i radicali liberi e mantiene la pelle giovane più a lungo.

E ancora…

  • Sbiancante per i denti: un cucchiaino sullo spazzolino, da utilizzare prima o dopo il classico dentifricio, e in qualche giorno noterete l’azione schiarente sui denti.
  • Balsamo labbra: ne basta pochissimo per ammorbidirle immediatamente. Unito ad un po’ di zucchero è anche un ottimo scrub.
  • Struccante: delicatissimo ed efficace anche con i prodotti waterproof. A prova di bruciore e rossori, è piacevolissimo da usare e si risciacqua in un minuto.
  • Dopobarba: un valido rimedio naturale per combattere il rossore dovuto alla rasatura, così come la formazione di piccoli brufoletti dovuti all’irritazione.
  • Balsamo per le scottature: ideale sia su quelle causate dal contatto con un oggetto rovente, sia su quelle causate dal sole. Specialmente se conservato in frigo, è un vero toccasana e dona sollievo istantaneo.
  • Crema idratante: rende la pelle morbida e setosa, specialmente se utilizzato dopo la doccia, quando ancora il corpo è piuttosto caldo.
  • Balsamo per cuticole: ottimo per ammorbidirle prima e dopo la manicure, specialmente se si formano molte pellicine.
  • Combatte i calli: li ammorbidisce e aiuta ad eliminarli. Essendo un anti-fungino, inoltre, evita la formazione di infezioni su mani e piedi.
Share Tweet Pin It +1

You may also like

guida ai regali di natale

Christmas Gift Guide

Posted on 17 dicembre 2014

film di halloween per ragazzi

10 film da vedere ad Halloween

Posted on 29 ottobre 2015

recensione fondotinta kiko

Kiko Skin Evolution Foundation

Posted on 22 luglio 2014

Previous PostValigia per il parto: cosa serve alla mamma?
Next PostRossetto scuro: come applicarlo e come abbinarlo

No Comments

Leave a Reply